histats Il dottor StranoWeb: La vera storia di Halloween

venerdì 28 ottobre 2005

La vera storia di Halloween

Vi state preparando anche voi per Halloween? Anche se molti si rifiutano di cedere, ormai la maggior parte dei ragazzi e dei bambini italiani ha ben accolto questa festa tipicamente anglosassone. In realtà, chi si aspetterebbe celebrazioni imponenti nella patria adottiva di questa festa è destinato a rimanere deluso: la festa infatti è tale soltanto per i bambini e, da qualche tempo, per gli universitari, che colgono l'occasione di mascherarsi per l'unica volta dell'anno in cui ciò è loro possibile. Infatti negli USA non si festeggia il carnevale, fatta eccezione per New Orleans che ha mantenuto le tradizioni francesi del Mardi Gras ("martedi grasso"), quindi l'unica occasione per travestirsi, ma quasi rigorosamente in tema macabro, è proprio Halloween (la cui grafia più corretta è Hallowe'en). Ma da dove nasce questa festa?
Le origini risalgono addirittura al popolo dei Celti d'Irlanda che, alla fine di ottobre celebrava l'arrivo dell'inverno con una festa durante la quale tutti danzavano attorno ai fuochi accesi, indossando maschere per spaventare le streghe. La festa è stata poi chiamata in inglese arcaico All Hallow even ("vigilia di Ognissanti") e ancora oggi, in ricordo di quell'antica festa, la notte del 31 ottobre si festeggia Halloween. All'imbrunire di tale giorno i bambini si mascherano e bussano alle porte delle case, dicendo "Trick or treat" (dolcetto o scherzetto) a chi apre loro la porta, chiedendo in cambio dolci e biscotti. Come tutti sanno, il simbolo di Halloween è la zucca con dentro una candela. Questa zucca, intagliata con le sembianze di una faccia, si chiama Jack O'Lantern, e la sua luce serve a tenere lontani gli spiriti della notte. In un altro post vi spiegherò l'origine di questo nome e della tradizione ad esso connessa.

0 Commenti:

Posta un commento


Link a questo post:


Crea un link

<< Home