histats Il dottor StranoWeb: 68 anni con il singhiozzo

lunedì 20 febbraio 2006

68 anni con il singhiozzo

Dopo avervi deliziato con delle strane notizie attuali, Il dottor StranoWeb rivolge di nuovo la sua attenzione su argomenti che farebbero invidia a riviste come Focus (vedi Mike, il pollo senza testa e Sam, il cane più brutto del mondo). Questa volta il nostro protagonista non è un animale, ma un nostro saltuario e fastidioso ospite, il singhiozzo, in questo caso responsabile di un evento da Guinness dei Primati. Leggete di seguito l'assurda storia di oggi.
Forse avete mangiato troppo in fretta. Oppure avete bevuto una bevanda gassata che sta evaporando nel vostro stomaco. Per uno qualsiasi di questi motivi, all'improvviso vi ritrovate con una sensazione di singulto ogni volta che inalate aria respirando. Congratulazioni, vi è venuto il singhiozzo!
Il singhiozzo è il risultato dell'irritazione del muscolo diaframmatico che separa la vostra cassa toracica dall'addome, ed è in parte responsabile dell'espansione dei vostri polmoni. Quando inspirate, il diaframma si apre allungandosi attraverso il vostro torace, quindi si rilassa quando espirate. Quando è irritato, il muscolo soffre di spasmi improvvisi, o singhiozzi, che generalmente durano solo pochi minuti. Qualunque "sessione" di durata superiore a 24 ore ed oltre, dovrebbe essere studiata da un medico, in quanto potrebbe essere sintomo di una malattia di fondo che necessiterebbe di una particolare attenzione.
Ma come vi liberate del singhiozzo? Tutti hanno un proprio metodo, dal prendere uno spavento all'ingoiare un cucchiaio di zucchero al bere dell'acqua turandosi il naso. Ma queste cure funzionano? Curiosamente, gli scienziati affermano che alcune di esse sono efficaci nell'interrompere lo spasmo muscolare, ma non funzionano su tutti i soggetti. Quindi, ciò che funziona per qualcuno potrebbe non avere effetto su qualcun altro.
Prendete ad esempio il povero Charles Osborne, un cittadino statunitense di Anthon, nell'Iowa. Nato nel 1894, Osborne aveva 28 anni di età quando un giorno, sollevando un maiale per cercare di misurarlo ad occhio (probabilmente espandendo troppo il proprio diaframma) prima di macellarlo, iniziò ad avere il singhiozzo. Questo accadde nel 1922, ma il singhiozzo gli durò per ben 68 anni, senza riuscire a trovare una cura efficace!
All'inizio gli spasmi raggiunsero la frequenza di 40 al minuto; in età più avanzata si ridussero a circa 20 al minuto, durante i quali Osborne manifestava sempre il timore di perdere la propria dentiera a causa degli spasmi. Ma questi non ebbero alcun effetto significativo. Osborne si è sposato due volte, ha avuto otto figli ed è morto nel 1991, all'età di 97 anni, curiosamente un anno dopo la misteriosa scomparsa del suo singhiozzo. Fino ad allora si ritiene che abbia avuto 430 milioni di spasmi.

5 Commenti:

In data e ora 20/2/06 09:45, Blogger Evyna ha scritto...

A me passa se respiro dentro a una busta di carta...
il piccolo ospite ha il singhiozzo almeno una volta al giorno... piccolino, mi fa troppo ridere vedere la mia pancia che ritmicamente va su e giù!!!

 
In data e ora 20/2/06 11:30, Blogger Carmen ha scritto...

Mi vien l'ulcera dopo due minuti che ho il singhiozzo tento di farmelo passare in tutti i modi!! Dopo un meso credo che sarei gia sull'orlo della follia (piu' di quel che sono)

 
In data e ora 20/2/06 16:20, Blogger Undine ha scritto...

Non sapevo del povero Charles Osborne. Non so se è più impressionante la sua storia o quella del pollo senza testa.

 
In data e ora 20/2/06 20:21, Blogger SI-FA-SI ha scritto...

Allucinante!Interessante che sia morto un anno dopo la perdita del singhiozzo...Forse ormai il suo organismo era talmente in simbiosi con questo spasmo che magari ci aveva costruito intorno un equilibrio, andato in frantumi quando il singhiozzo e' sparito..mah..
Che storia...

SI

 
In data e ora 21/2/06 13:58, Blogger Evyna ha scritto...

chissà se il pollo senza testa aveva il singhiozzo....

 

Posta un commento


Link a questo post:


Crea un link

<< Home